Valori

Buddismo, vegetarianismo, cultura rasta.

La nostra filosofia è il buddismo della tradizione tibetana;  la figura del XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso è la fonte di ispirazione delle nostre opere.

Principi

Fondamentali sono il rispetto per la vita, la compassione per la sofferenza altrui, la legge di causa-effetto,
l’interdipendenza di tutti i fenomeni e la meditazione.
Varie forme di meditazione sono presenti nella cultura buddista. Meditazione significa familiarizzare la propria mente con esercizi che tendono a pacificare, condurre la mente e i pensieri che noi, d’abitudine, lasciamo liberi di vagare. Con varie tecniche, da praticare giorno per giorno, siamo in grado di controllare meglio i nostri stati d’animo, stare attenti ai pensieri che produciamo, ponendo le basi per un futuro più consapevole.

Importanza della consapevolezza

L’impegno per una vita più consapevole è un aspetto fondamentale del buddismo.
L’ecologia che ci avvicina alla Terra e all’ambiente in cui viviamo, la compassione verso tutte le forme di vita, la condivisione con le persone meno fortunate di noi, sono ideali da rendere reali, verso a cui tendiamo sempre di più.

Essere vegetariani

Il vegetarianismo è un percorso da intraprendere giorno dopo giorno, ricercando nuove ricette, informandoci sugli alimenti salutari o dannosi, informandoci sugli enormi danni ecologici provocati dagli allevamenti intensivi.
La sofferenza subita dagli animali ha ripercussioni sia sull’uomo che sull’ambiente. I danni causati da un alimentazione ricca di carne sono riportati da numerosi libri, frai quali suggeriamo The China Study di  T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell.

Consapevolezza significa anche…

L’alimentazione è solo uno degli aspetti della consapevolezza. Ogni attività dell’uomo è da riconsiderare alla luce delle cause che la produce e dagli effetti che ha sull’ambiente, a partire da ciò che compriamo, dalle materie prime che utilizziamo, le sostanze inquinanti, gli sprechi di acqua ecc. Tra i tanti, ci piace suggerire il libro La via. Per l’avvenire dell’umanità di Edgar Morin.
Vogliamo anche cercare di attuare il pensiero di Ivan Illich sulla convivialità.

L’autoproduzione è un altro importante aspetto della nostra vita, lavorare nell’orto, piantare alberi e piante pensando alla biodiversità, cucinare il pane in un forno a legna con farina biologica e ridurre il più possibile i consumi cercando soluzioni alternative, economizzando l’energia il più possibile.
Anche qui si tratta di un percorso che si impara giorno per giorno trovando nuove soluzioni.

Cultura rasta, cultura multietnica

La Barma Grande è nata in una società multietnica, con artisti di ogni paese, i quali hanno religioni e ideali di ogni tipo.
Ci piace convivere con tutti, rispettando ogni cultura, tradizione e pensiero religioso. Per questo è importante la conoscenza diretta delle persone e delle loro abitudini di vita.
E’ sorprendente constatare come sia facile andare d’accordo con la gente di ogni parte del mondo se li si avvicina con uno spirito aperto e amichevole.
Questa è stata la nostra esperienza in Jamaica nel Nyabinghi Centre ad Ocho Rios, nel quale abbiamo conosciuto alcuni rastaman, persone molto cordiali e dirette.
In questa occasione abbiamo potuto constatare che abbiamo molte punti in comune. Molti di loro sono vegani, con l’unica eccezione per il miele, alcuni sono crudisti, hanno uno stretto contatto con la natura e conoscono molto bene il sistema consumistico, cercando di starne il più possibile al di fuori.

Usano la musica come strumento di meditazione e cura perché conoscono la connessione fra corpo e mente.