Le ultime dal nostro blog...

marco emma kaya sandro

Ciao, se ora stai leggendo è perché ti piace la musica e il mondo che gli appartiene. Forse vuoi conoscere cosa ruota attorno alla vita di alcuni musicisti, quali sono i loro interessi e questo è precisamente lo scopo di questo blog.

Innanzi tutto il blog è una maniera per poter parlare di argomenti che ci stanno a cuore. La musica sarà sicuramente uno dei principali argomenti ed è essenziale parlarne perché è difficile trovare la propria strada senza perdersi, senza mollare mai.

Ma gli argomenti di cui parlare sono tantissimi, tutto ciò che fa parte delle nostra vita: cosa ci fa bene, cosa ci fa male. Lo abbiamo scoperto attraverso le nostre scelte, le prove, le letture, gli incontri.

In questo blog vogliamo condividere la nostra pur limitata esperienza, per poter divulgare un po’ di conoscenza e trovare un confronto con gli altri.
Siamo persone semplici e come tanti, abbiamo conosciuto cose che sono state utili: un’abitudine, un libro, un autore.

Noi sognavamo di una vita avventurosa, ma non avevamo bene in mente che l’avventura è faticosa e difficile da proseguire, che le trappole sono tante.
Siamo caduti nelle trappole, ne siamo usciti e sappiamo che ci cadremo di nuovo perché le allegorie imparate nelle favole, al momento giusto non le ricordiamo mai!

Sappiamo che dobbiamo riconoscere le grandi bugie che ci vengono ripetute ogni giorno e che dobbiamo imparare sempre qualcosa di nuovo.

Spero che troverai qualcosa di utile in queste pagine, sarebbe bello che quello che abbiamo vissuto possa essere di aiuto non solo a noi, ma a tante altre persone perse questo mondo difficile.

2 commenti

  1. Giampiero - 2012-12-30 22:12

    Ciao!
    io volevo sapere cosa ruota intorno al cagnetto…

    Rispondi
    • Barmagrande - 2012-12-31 12:12

      Stiamo promuovendo il nuovo disco e il tour, che per noi vuol dire: andare a lavorare per trovare i fondi necessari.
      Quest’anno siamo stati 6 mesi fuori casa (senza cagnetti). Ciao, a presto!

      Rispondi

Dite la vostra