Le ultime dal nostro blog...

cero

Nella semplice cucina di una stanza al terzo piano, Sandor e Mao stavano seduti, preoccupati per la stagione estiva. Non erano ancora riusciti a trovare un bassista, dovevano organizzare le date dei concerti ed era quasi primavera.
-Sandor, chi possiamo chiamare, ti viene in mente qualcun altro?
-Non ne ho la più pallida idea, li abbiamo provati tutti. E’ difficile trovare un bassista reggae, il suono non è mai quello giusto. Mi viene la depressione.-
-Non ti deprimere per favore, abbiamo già abbastanza problemi.-

Rimangono in silenzio, si mettono a preparare pranzo. Patate al forno, una montagna, da cuocere nella stufa a legna. A loro piacciono molto e costano poco.
-Senti, facciamo un voto: se troviamo un bassista, compriamo un cero e lo facciamo consumare per Pasqua. Che ne dici?-
- Mi sembra una buona idea Mao, facciamolo.-

Il loro desiderio viene esaudito e dopo pochi giorni, inaspettatamente, un bassista gli conferma la sua disponibilità.
-Adesso dobbiamo andare a comprare un cero. Dove si comprano i ceri?-
-Mao, preparati, che da qualche parte lo troviamo, questa sera è in sala, acceso.-

Partono e nel pomeriggio tornano a casa con un candelone di un metro e mezzo, sopra c’è il disegno di un Cristo redentore, una colomba e una croce. Sandor e Mao non sono cristiani, ma rispettano tutti i grandi maestri spirituali, quel cero va benone.
-Come lo sistemiamo ora? Dobbiamo farlo stare dritto. Non vorrei che cadesse, dobbiamo stare attenti che non prenda fuoco la casa!-
-Non essere preoccupata, lo sai che una soluzione si trova sempre.-
Sandor è capace a sistemare sempre tutto.
La sera guardano il cero acceso e si addormentano soddisfatti.

Era quasi mattino quando Mao si sveglia di colpo.
-Sandor presto, apriamo le finestre, c’è fumo dappertutto!-

Il fumo del cero acceso aveva invaso l’appartamento, un odore acre e oleoso.

-Per ora lo spegniamo, domani lo traslocheremo in cantina, può bruciare anche da lì. Buonanotte Mao.-
-Buonanotte Sandor…Ancora un po’ e ci soffocavamo.-
- Non è successo niente. E abbiamo anche trovato un bassista.-
- Che puzza. Che freddo.- si lamenta Mao.
- Metti la testa sotto le coperte, dormi ora.-

Dite la vostra