Le ultime dal nostro blog...

reggae-blog

Ogni esperienza che passa attraverso i nostri sensi ha il potere di cambiarci. La musica influenza direttamente il corpo e la mente con i ritmi, le melodie e l’armonia.
Per capire come, ecco una definizione generale del ritmo.
Il ritmo è la successione più o meno regolare di un evento che si ripropone in maniera ciclica.
Nel nostro corpo sono presenti diversi tipi di ritmo per esempio il respiro, la circolazione sanguigna, il battito cardiaco.
Esistono i ritmi larghi delle stagioni, delle maree, della luna, del giorno e della notte, il ritmo dei passi, della corsa, del motore di una macchina, fino ai ritmi strettissimi della vibrazione di una corda che oscilla intorno al suo punto di equilibrio – per esempio il la del diapason compie 440 vibrazioni al secondo. Queste vibrazioni veloci le percepiamo come suoni definiti, quelli che usiamo quando cantiamo una melodia.

La nostra macchina biologica è un sistema che va principalmente ad aria.
Possiamo restare settimane senza mangiare, giorni senza bere, ma solo qualche minuto senza respirare. Per vivere consumiamo continuamente aria, come ci ha insegnato il prof. Arnold Ehret.
Attraverso la respirazione i polmoni pompano l’aria, il ciclo del respiro regola la circolazione del sangue e il ritmo del nostro corpo procede regolare.

Con la musica agiamo direttamente sul ritmo cardiaco e sulla respirazione.
Il pulsare del ritmo è capace di rallentare, accelerare, regolarizzare i nostri ritmi biologici.
Il reggae utilizza dei ritmi molto regolari, ripetitivi, rilassanti. Rilassa ma allo stesso tempo dà energia perché si basa su ritmi sui quali possiamo ballare e dondolarci.
Le voci, le frasi musicali, il basso, sono melodiosi e sereni. Le vibrazioni positive di cui parlano le canzoni sono proprio questo, un equilibrio fra ritmo, melodia e armonie semplici, rilassanti, energizzanti.

Il nostro cuore batte al ritmo della musica che gli facciamo ascoltare. Se il ritmo della musica accelera, noi respiriamo più velocemente e la pulsazione del nostro cuore di conseguenza accelera. Se il ritmo è regolare, il nostro cuore batte regolarmente.
La musica che ascoltiamo è molto importante per la nostra salute, ognuno di noi ha gusti ed esigenze diverse, ma i meccanismi sono gli stessi per tutti.

Ci sono diversi modi per controllare i ritmi della nostra macchina biologica.
Il modo più diretto per equilibrare il nostro ritmo biologico è il controllo del respiro.
Esistono molti esercizi di respirazione, di tradizione orientale, con lo yoga, con la meditazione.
Possiamo partire osservando, in diversi momenti della giornata, in che maniera stiamo respirando, quante tensioni avvertiamo nel corpo. Rilassiamoci, per lo spazio di tre respirazioni che faremo in modo calmo e cosciente.
Potremo dedicare qualche minuto al giorno osservando il respiro senza controllarlo, solo osservando come entra e esce dai nostri polmoni, al ritmo che è naturale nel momento in cui ci troviamo. Se il respiro è un po’ veloce, seguiamolo così, non rallentiamolo apposta: dopo qualche minuto rallenterà da sé.
Dopo aver praticato per un po’ la respirazione cosciente, sarà più facile per noi renderci conto dell’effetto immediato che la musica e il ritmo possono avere sul nostro corpo e sulla nostra mente.
Noi ci troviamo bene con il reggae, ci piace questa musica, ci diverte e ci cura. Per questo pensiamo che, unito ai messaggi delle canzoni, possa essere di aiuto a tante persone.

Dite la vostra